Sconfiggere sovrappeso e obesità a piccoli passi e per sempre

Quando si parla di sovrappeso e obesità spesso, ci si focalizza sul presente dimenticandosi del passato.

Chi è affetto da  sovrappeso e obesità, il più delle volte,  non si guarda nemmeno più allo specchio e si accorge di essere ingrassato solo quando fa fatica a mettere il vestito appena comprato perché stringe.

sovrappeso e obesitàSovrappeso e obesità

L’altro giorno ero a casa di un’amica che ci ha invitato per cena.

Quando abbiamo finito, ci siamo riuniti in salotto per chiacchierare del più e del meno.

D’un tratto la loro figlia, 8 anni se non erro ma non di più, che rideva con il fratellino da un po’ farfugliando qualcosa, forse perché si sentiva messa in disparte da quei discorsi troppo da adulti, si avvicina al padre e gli dice…

“Papà, ma questa pancia? Mi sembri Zio Pig!”

L’imbarazzo era evidente e il gelo era caduto nella stanza.

Poche parole avevano stroncato il sorriso sul volto di tutti noi, pur non sapendo (almeno io) chi fosse Zio Pig (e naturalmente nessuno mi ha spiegato quella sera che si trattava dello zio di Peppa Pig, cartone animato di cult nella generazione di questa bambina troppo piccola per sapere che le parole possono far male).

Chi è in sovrappeso e obesità se ne rende conto?

Chi è in uno stadio di sovrappeso e obesità, specie nei primi periodi, difficilmente se ne rende conto da solo fino a quando non arriva quell’evento pseudo-traumatico.

Che sia il pantalone che non entra, la maglia sexy che di sexy non ha più nulla, il cambio stagione dell’armadio con sorpresa o una parola di troppo innocente e detta senza malizia, per chi ha qualche chilo in più, inevitabilmente arriva qualcosa o qualcuno che lo mette in guardia.

Nulla è a caso.

Proprio perché nulla avviene per caso e tutto sembra mandarci segnali intorno a noi a questo punto abbiamo due scelte davanti:

  • rimetterci in carreggiata
  • continuare come se nulla fosse.

Tutto è abitudine.

Il problema è che a tutto ci si abitua, anche a convivere con una immagine distorta di se stessi e quindi, spesso, semplicemente ignoriamo quel  messaggio ed andiamo avanti per la nostra strada.

Ma non sarebbe più semplice comprendere cos’è successo?

A meno che non si tratti di una patologia, sovrappeso e obesità non arrivano da un giorno all’altro senza motivo.

Sono stadi, frutto di un mix di cattive abitudini che si accumulano giorno per giorno.

Zio Pig

Certo, ne è passato di tempo da quando hai aggiunto un bicchiere di vino in più a tavola e forse non ti ricordi nemmeno quando tutto è iniziato!

Da allora quel bicchiere in più è diventato ¼ di litro, ½ litro ed anche se ti alzi da tavola tranquillo, le 500 calorie in più a pasto si sentono sul tuo corpo in sovrappeso oggi.

Senza contare poi che l’alcol, ha inibito il senso di pericolo e, quindi, sgranocchiare “qualcosa” dopo cena è diventato una routine, dato che vivi,  a causa di quel bicchiere in più, nel tuo Qui ed Ora falsato e non cosciente,  fregandotene del domani.

Lo Zio Pig, purtroppo, soffriva di questo “disturbo” e, se le nostre cene non fossero state così tante, difficilmente ce ne saremmo resi conto visto che il gomito in compagnia si alza volentieri qualche volta.

È solo osservando il comportamento di una persona che si riesce a determinare se c’è qualcosa che non torna.

Sovrappeso e obesità tra Teoria e Pratica.

La teoria tutti più o meno la conoscono perché è stata vissuta in maniera diretta ed indiretta.

La strada per la “perdizione” è facile da percorrere mentre, alla strada della “rettitudine”, si accede da una porta stretta e seguire il suo cammino è faticoso, almeno all’inizio, perché c’è una salita ad attenderci per valicare la montagna.

Allora che fare?

Meglio peccare di gola.

Meglio peccare di pigrizia, di inerzia, di apatia.

Meglio essere svogliati, sprofondando nella poltrona con il telecomando in mano incuranti del proprio futuro.

Meglio quindi l’accidia Dantesca!

Però, prima di finire immersi capo e collo nella palude Stigia non è forse meglio darci una mossa?

Purtroppo chi soffre di sovrappeso e obesità difficilmente si ferma a riflettere sul percorso che l’ha portato in quello stato.

Purtroppo siamo davanti ad una convinzione limitante che genera una credenza collettiva contro la quale è difficile contrapporsi: sfaldare tutte le cattive abitudini ammassate l’una sull’altra è complicato e difficile, richiede troppo sforzo ed impegno e spesso non porta da nessuna parte.

E se ti dicessi che tutto questo è falso?

Se ti dicessi che cambiare si può?

Se ti dicessi che parafrasando Rocky

“Se io posso cambiare e voi potete cambiare… Tutto il mondo può cambiare!” ?

Per sconfiggere sovrappeso e obesità, in fondo, basta poco…

Basta solo volersi bene.

È un cammino, è un per-corso, a volte anche duro, che ha bisogno di una guida e di vari sostegni lungo la strada.

L’8 Marzo inizia Basta Diete.

Parti con altre 49 persone desiderose di cambiare e, per 5 settimane, sperimenta gratis questa “magia”.

Share and Enjoy !

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.