Come perdere peso facilmente cambiando mentalità

Pocket

Quasi tutte le persone in sovrappeso, quando prendono confidenza, mi fanno sempre la stessa identica domanda, “Esiste un modo per perdere peso facilmente?”.

Ammesso che bisognerebbe partire con il chiedersi, sinceramente, cosa si intende per “facile”, la mia risposta è sempre e solo un sonoro “Sì” ad alta voce.

A questo punto, anche a te sarà venuta in mente la seconda classica domanda che scatta immediatamente in testa a tutte quelle persone… “Come?”

Perdere peso facilmente: è una questione di mentalità

perdere peso facilmente

Recentemente ho iniziato a leggere un libro di Jay Nixon, “The Overweight Mind”, titolo che più o meno in italiano suonerebbe come “La Mente in Sovrappeso”.

Mi piace sempre sapere quello che pensano i miei “colleghi”, soprattutto se sono in “mondi” così lontani rispetto al nostro Bel Paese.

Jay Nixon,  se non lo sai , è uno  speaker, un autore, un Life Coach e un Personal Trainer famosissimo in America, che ha la stessa mia missione:  aiutare ogni persona a raggiungere il proprio meglio.

Ovvio che in questo “meglio” è compreso anche il rapporto con il proprio corpo e quindi il ritornare ad  essere magri naturalmente.

Come perdere peso facilmente

Nixon, sostiene che, quando si ha un obiettivo legato alla perdita di peso, le persone che lo raggiungono mediante la modifica delle sole azioni meccaniche, senza avvalersi di aspetti mentali/psicologici, sono solo un 20% scarso, a differenza di quello che la maggior parte di noi pensa…

Altro che perdere peso facilmente!

Per azioni meccaniche l’autore intende tutte quelle azioni legate ai comportamenti e alle abitudini inerenti il nostro corpo.

Tra queste azioni l’autore cita, in questo caso, anche il mangiare (cosa, quando e quante volte) e il fare movimento (l’allenarsi e fare sport).

Ovvio che questo discorso può essere esteso anche per altre “cattive abitudini” come il fumare, il bere, andare a letto tardi la sera ecc.

Se il cambiamento di queste azioni meccaniche non è supportato dalla mente, secondo Nixon, andremo incontro al fallimento quasi certo del nostro obiettivo, che si tratti di tornare in forma, perdere qualche chilo o peggio uscire da uno stadio di obesità o sovrappeso.

In ogni caso, anche se le azioni meccaniche fossero effettivamente modificate, senza il supporto mentale, non dovremmo attenderci risultati duraturi nel tempo, in quanto, presto o prestissimo, ritorneremo a fare quello che facevamo prima.

Alcuni esempi per comprendere meglio

Facciamo qualche esempio per comprendere meglio quello che l’autore sostiene.

Se si conduce una vita sedentaria e si vuole ritornare a fare del movimento non basta solo puntare la sveglia a una certa ora poiché, al suono dell’allarme, se non abbiamo fatto un lavoro mentale precedente, nell’80% dei casi, non succederà proprio nulla e resteremo comodi sul nostro divano.

Ancora, se vogliamo regolarizzare i pasti, consapevoli che il nostro accumulare chili su chili è legato anche alla cattiva abitudine di saltarli, non basta attendere che arrivi quella certa ora, perché alle 13:00 resteremo sempre e comunque inchiodati alla nostra scrivania. in quanto, non sono cambiate le nostre priorità poiché non c’è stato un lavoro mentale precedente.

Se la sera siamo soliti far tardi e dormiamo poche ore (ti ricordo che anche questo fa mettere su chili), non basterà aspettare l’ora X per andare a letto, in quanto, resteremo ugualmente attaccati alla TV come la sera prima, se non abbiamo “convinto” la mente che è qualcosa che dobbiamo fare per la nostra salute.

La mente, in poche parole, tende a conservare determinati aspetti e comportamenti, preservando quello che in questo momento è funzionale e garantisce la sopravvivenza, curandosi del solo presente.

Se il tuo corpo è vivo, alla tua mente non interessa se i tuoi trigliceridi schizzano in alto.

Il tuo comportamento di ieri ti ha garantito la sopravvivenza oggi e questo basta… Perché dovrebbe aiutarti a cambiare?

Da questo punto di vista il discorso non fa una piega.

Ti ricordo che è la mente che attiva il corpo e non viceversa.

Perdere peso

Quando una persona raggiunge l’obiettivo del dimagrimento, dunque per l’autore, nell’80% dei casi, ha adottato giuste azione mentali, che producono veri e propri cambiamenti psicologici. L’autore ribadisce, quindi, la sua tesi: senza cambiamenti profondi una persona non riesce a perdere peso.

Questo potrebbe spaventare molti e far vacillare certezze secolari.

Per dimagrire tutti ci hanno sempre detto, infatti, che occorre “solo” magiare meno e fare più movimento ma nessuno ci aveva mai detto che questo doveva essere necessariamente supportato dalla nostra mente per andare a buon fine.

Perdere peso facilmente prendendo consapevolezza

Il primo passo per Nixon è cambiare le parole che usiamo continuamente e comunemente, prendendo consapevolezza del proprio vocabolario.

L’autore ha osservato, infatti, che, la maggior parte dei suoi clienti che non dimagriscono usano spesso frasi che iniziano con 3 brevi vocaboli:

  • non posso…;
  • non voglio…;
  • non mi piace… .

Le parole, ricordiamolo, sono capaci di condizionare tutto quello che facciamo ed hanno ripercussioni immediate sia da un punto vista fisico sia da un punto di vista psicologico.

Il problema è che, la meccanicità del nostro corpo, compreso anche come si parla e le parole che si utilizzano, sfugge alla nostra attenzione e, molti, dicono queste frasi senza nemmeno più farci caso.

Osservarsi è la chiave.

Le azioni meccaniche sono tali proprio perché vengono fatte in automatico dal corpo, che non ha più bisogno del supporto della mente, per portarle a termine.

Un esempio molto calzante per comprendere questo aspetto è quando guidiamo un’auto.

Ormai non abbiamo più bisogno di pensare ed essere concentrati per cambiare la marcia, se guidiamo da tanto tempo 🙂 … Così come non abbiamo bisogno di avere una mente concentrata per prendere la fetta di torta del frigorifero.

Il passato

I tuoi:

  • non posso;
  • non voglio;
  • non mi piace.

nel mondo cibo/forma fisica, possono essere legati ad esperienze negative passate.

“Non ti piacciono le verdure”?

Non è che una volta hai mangiato nel passato i cavoli e poi ti sei sentito male?

“Non ti piace correre”?

Non è che hai subito un infortunio in passato mentre correvi e adesso, pur rimuovendo quell’evento dalla tua mente, questo ti spinge a rinunciare?

Le esperienze pregresse non devono condizionare il tuo presente.

Tuttavia non serve andare per forza ad investigare se e quando c’è stato un determinato evento “catastrofico”.

Vuoi un consiglio?

Passa semplicemente all’azione

“Non posso fare 10 flessioni”?

Oggi fai 1 sola delle 10 flessioni e domani ne farai 2.

Presto le farai tutte e di più.

Il futuro

I tuoi:

  • non posso;
  • non voglio;
  • non mi piace

possono essere legati a convinzioni negative.

Il classico

“Non ce la faccio a svegliarmi presto per allenarmi”

fa si che la tua dichiarazione diventi un dato di fatto, soprattutto se continui a ripetertela mentalmente (e ti assicuro che lo fai).

La mattina, in questo modo, è dura (se non impossibile), alzarsi dal letto e fare esercizio fisico.

Uscirne anche in questo caso è semplice: basta riformulare il pensiero.

Esistono svariate tecniche per farlo e potrai scoprirne alcune nel nuovo percorso “Basta Dieta”.

Tuttavia, per i “NON” più comuni, basta, a volte, applicare alcuni suggerimenti.

Alcuni consigli per uscire dai tuoi “non” attraverso l’aiuto della tua mente

Come bypassare alcuni di questi “NON”?

“Non sono mai sazio”.

Sapevi che i nostri cervelli sono altamente visivi?

La vista permette al cervello, ad esempio, di sapere quando abbiamo mangiato.

Ecco perché negli “All You Can Eat” i piatti sono solitamente giganteschi 🙂 … Per non svuotargli il ristorante!

Sappiamo che il feedback visivo ci permette di mangiare meno, ma come possiamo sfruttarlo a nostro vantaggio?

D’ora in poi usa delle ciotole meno capienti e piatti più piccoli… Mangerai di meno.

“Non amo fare attività fisica”.

Pensa all’esercizio come a un’attività divertente.

Se odi muoverti, non muoverti! Non importa che stato dimostrato che il movimento aiuta a perdere peso facilmente!

Se lo odi così tanto, non lo farai. Se non la farai, non otterrai risultati permanenti. 🙂

Scherzi a parte!

Il movimento è importante.

Inizia ad allenarti con gli amici o in gruppo.

Sarai più motivato e l’esercizio sarà meno impegnativo e più divertente.

Inizia a pensarlo come passatempo dopo il lavoro o tra una commissione e l’altra.

“Non posso dimagrire, ho le ossa grandi è di famiglia”

Pochi sono i casi di obesità per fattori genetici e troppi quelli legati ad uno stile di vita errato.

In uno studio scientifico pubblicato online dalla National Library of Medicine degli Stati Uniti, si afferma chiaramente che

“… promuovere la nozione di geni come causa dell’obesità può aumentare le convinzioni geneticamente deterministiche e diminuire la motivazione a impegnarsi in comportamenti di stile di vita sani. “….

In altre parole più te la racconti, più te ne convinci, ed anche se questo non è assolutamente vero, la tesi delle “ossa grandi” ha la meglio.

Pensa a quello che fai e diventa proattivo.

“Non ce la faccio a perdere peso”

Forse non lo hai ancora capito, te lo dirò con le parole di Noor Ullah Jan

“Per uscire da una vecchia tendenza, devi vedere te stesso in una luce positiva”.

Capito il concetto?

Sii ottimista!

“Non ce la faccio a resistere, il frigorifero la sera mi chiama”

E tu dormi di più.

Quando siamo privati del sonno, cibi ricchi di grassi e zuccheri sembrano molto più attraenti, probabilmente perché ci danno una rapida esplosione di energia.

Dormi almeno sette ore ogni notte

Il presente

È probabile che tu abbia già sentito parlare di reframing.

Ogni situazione, modello comportamentale o problema, può essere cambiato attribuendogli una diversa immagine.

Per farlo, però, non basta solo separare l’intenzione dal comportamento e ricercare un’intenzione positiva piuttosto che una negativa come molti sostengono.

C’è di più, molto di più.

Perdere peso facilmente con la mente è possibile, a patto di avere a disposizione gli strumenti giusti.

basta dietaQuanto tempo è che vuoi ritrovare la tua forma migliore?

Quante volte ci hai provato senza successo?

Se stai leggendo, tante, tante volte…

E sei ancora alla ricerca del modo giusto.

Se sei stanca, sei stanco delle solite diete?

È giunto il momento di cambiare il Tuo Approccio al Problema!

BASTA DIETA!

Il programma creato per insegnarti nuove strategie che ti permetteranno di utilizzare un potente alleato che ti supporterà nel raggiungimento del tuo obiettivo: la tua Mente.

Stiamo formando la classe. Il programma BASTA DIETA partirà a breve e ti accompagnerà per 5 settimane con 7 lezioni gratuite che riceverai direttamente nella tua casella di posta elettronica preferita. La classe sarà formata da massimo 50 persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.