La paura di dimagrire: come affrontarla e sconfiggerla

Chi è in sovrappeso sa che dovrebbe rimettersi in forma ma spesso si trova a fare i conti con un ostacolo che difficilmente riesce a percepire: la paura di dimagrire.

Ci sono una serie di motivi per cui le persone aumentano di peso: cattive abitudini, comportamenti sbagliati, poca motivazione a salvaguardare la propria salute, emozioni mal gestite, problemi con la propria immagine allo specchio… poi problemi ormonali, malattie e… paure!

paura di dimagrirePaura di dimagrire

Chiunque abbia cercato di perdere peso – e non ci sia riuscito – sa che individuare gli autosabotaggi può essere tanto importante quanto la dieta che l’esercizio fisico, se si vuole avere successo.

Sappiamo ormai che c’è una componente psicologica legata al perdere peso per la maggior parte delle persone.

“Il peso è intrecciato al senso di sicurezza e di autostima delle persone”, afferma Matt Traube, psicoterapeuta nel sud della California. “So che ha un impatto emotivo di vasta portata nella vita delle persone”.

Seppellire le nostre paure o liquidare i nostri autosabotaggi come sciocchezze, potrebbe ostacolare i tuoi piani.

Il primo passo è quindi identificare quali sono le paure che potrebbe ostacolarti.

Paura dell’ignoto

Una paura di dimagrire riguarda l’aspetto fisico.

Le persone si preoccupano di come potrebbe apparire la “versione sottile” di se stessi: la mia faccia apparirà troppo scarna?

Come rimarrà la pelle in eccesso se perdo molto peso?

Ma il più delle paure sono legate al cambiamento, al dover lasciare la nostra zona di comfort, abbandonare quelle abitudini che ci hanno accompagnato magari per una vita intera.

A volte anche quando sappiamo che il nostro comportamento attuale o le caratteristiche fisiche non sono le più salutari, cambiare è spaventoso.

Può spaventare anche il cambio di vita legato ad esempio, ad un forte dimagrimento:

“Come sarebbe la mia vita se fossi più magro?”

e non sapere la risposta può provocare ansia.

Paura che i tuoi rapporti possano cambiare

Ognuno di noi ha un ruolo nell’ambiente che frequenta. E a quel ruolo viene associata una presunta identità che ci caratterizza.

A ciò può essere legata un’altra paura di dimagrire.

Classico l’esempio del ciccione che nel gruppo risulta il più simpatico ed il più trascinante.

Consapevolmente o inconsciamente, le persone sviluppano aspettative su amici e familiari, che includono elementi di apparenza e fisicità.

I partner, o anche i colleghi di lavoro, potrebbero sentirsi minacciati o risentiti per la perdita di peso, soprattutto se hanno problemi di peso a loro volta.

Potrebbero sentirsi abbandonati quando i tuoi progressi superano i loro.

Le persone sono abituate a vederci in un certo modo, quindi un cambiamento potrebbe farli sentire traditi o ingelosirli.

Anche la possibilità di nuove relazioni dopo una perdita di peso può ispirare paure.

Ho conosciuto una donna che le aveva tentate tutte senza successo e poi andando a cercare tra gli autosabotaggi era emerso che se fosse dimagrita il suo matrimonio sarebbe scoppiato.

Il peso extra può essere un ottimo meccanismo di difesa, perché fornisce una scusa per non dover affrontare nuove esperienze scomode come stabilire nuove amicizie o avventurarsi in nuove relazioni.

Paura di ricevere attenzioni indesiderate

Il sovrappeso può anche essere una barriera protettiva tra la persona ed il resto del mondo, che potrebbe farci sentire vulnerabili.

Chiaramente, la quantità di attenzione che le donne ottengono nella nostra società è significativa rispetto all’attenzione che viene riservata agli uomini e spesso gli apprezzamenti ricevuti per strada non sono sempre così rispettosi verso le donne e questo può fare molta paura.

Molte donne potrebbero non apprezzare l’idea di suscitare l’attenzione di estranei per strada e questa è una paura più comune tra le donne che hanno subito degli abusi.

Dopo un trauma di questo tipo, la ciccia può essere assolutamente confortante perché così poco attraenti possiamo sentirci al sicuro da attenzioni non gradite. E anche se la possibilità di ricevere un interesse da parte di estranei ci attrae, resta comunque il rischio di dover affrontare conseguenze scomode dall’essersi avventurati in questo panorama.

Paura di sbagliare

Spesso le persone si dicono:

“Quando sarò magro risolverò quella situazione…. Troverò l’amore della mia vita… avrò successo nella mia carriera…”

Una tipica distorsione cognitiva:

“Quando cambierà questo, tutto sarà migliore”.

L’idea che si possa continuare ad avere gli stessi problemi anche se si è raggiunto quell’obiettivo spaventa.

Potrebbe voler dire di ammettere a se stessi che il problema non era il peso, eri tu!

La paura di sbagliare frena anche chi è entrato nel meccanismo dello yo-yo, per la paura di essere criticati e ridicolizzati.

La paura di non aver più un meccanismo di compensazione

Anche a questo aspetto è legata una paura di dimagrire!

L’aumento di peso è intrecciato con la componente emozionale.

È estremamente comune per le persone mangiare per sentirsi bene, indipendentemente dal loro livello di fame effettiva.

Mangiare è un modo facile per sedare l’ansia, scacciare la solitudine e la noia, contenere la rabbia…

Il cibo diventa un modo per compensare quelle emozioni che ci sfidano.

La paura di confrontarsi con gli altri

Spesso chi è in sovrappeso fa fatica ad uscire di casa se non è proprio obbligato.

Lì si sente al sicuro, può mangiare per sentirsi meglio.

Non è obbligato a doversi confrontare con gli altri.

Se si vive l’ansia di confrontarsi con il sociale, perdere peso può davvero fare paura.

Paura dell’imbarazzo

Perdere peso spesso implica “mettersi in gioco” letteralmente oltre che in senso figurato.

Ricominciare a fare attività fisica è indispensabile per perdere peso bene e in salute.

Questo comporta di dover ricominciare a muovere il corpo in situazioni che potrebbero mettermi in imbarazzo (palestra, piscina, strada).

Ecco perché è consigliato cominciare a fare qualcosa a casa propria, così che questo ostacolo possa venire facilmente aggirato.

Abbiamo visto quali possono essere le paure che ti bloccano.

Come liberarti dalla paura di dimagrire?

Vediamo alcuni passi da compiere per liberarti delle tue paure e riconquistare un corpo in salute.

  1. Scegli il tuo obiettivo
    Fissare un obiettivo finale è importante ma è altrettanto importante identificare obiettivi più piccoli che ti manterranno su un percorso costante, che a lungo termine andrà nella giusta direzione.I piccoli passi equivalgono a grandi progressi. Quando fissiamo obiettivi troppo ambiziosi, il rischio è quello di non iniziare nemmeno. Come si mangia un elefante? Un boccone per volta!
  2. Impara a conoscerti di più
    Tieni un diario, dove registrare come ti senti mentre mangi, cosa mangi, come ti senti dopo aver mangiato. Dopo alcuni giorni, potresti essere in grado di identificare alcuni trigger, come andare a fare uno spuntino dopo una chiamata di lavoro stressante o una riunione, o vuotare il frigorifero perché i tuoi figli non sono ancora rientrati. Potresti scoprire una componente emotiva che ti spinge a mangiare di più, oppure che non ti dedichi abbastanza tempo..Quando sei cosciente di ciò che sta accadendo a livello inconscio, puoi averne più controllo. Quando una paura diventa un’idea tangibile piuttosto che qualcosa di impalpabile, puoi iniziare a fare delle scelte.
  3. Cerca un supporto
    Fare tutto da soli a volte può essere faticoso il doppio. Cerca qualcuno con cui condividere il tuo percorso, per fare attività fisica insieme, per confrontarsi sui progressi. Cerca un coach che ti possa aiutare a definire il giusto obiettivo, che ti supporti per mantenere alta la motivazione.Ci sono gruppi online a cui puoi iscriverti sempre per trovare supporto: qui l’anonimato sarà assicurato.
  4. Pianifica a lungo termine
    Potresti perdere peso velocemente riducendo drasticamente le calorie, ma una volta raggiunto il tuo obiettivo, molto probabilmente torneresti alle vecchie abitudini alimentari e riprenderesti tutto il peso perso. Perdere peso in modo sano potrebbe richiedere più tempo, ma aumenterai le possibilità di stabilire cambiamenti sostenibili nel lungo termine. Pianifica quindi sul lungo termine, introducendo cambiamenti da portare avanti nel tempo.

Guardare in faccia le tue paure può essere una proposta scoraggiante, ma individuando le cause profonde e utilizzando strategie intelligenti, puoi avvicinarti al tuo obiettivo di perdere peso e stare bene.

Forse è giunto il momento di cambiare il Tuo Approccio al Problema!

Per te è nato

BASTA DIETA!

Il programma creato per insegnarti nuove strategie che ti permetteranno di utilizzare un potente alleato che ti supporterà nel raggiungimento del tuo obiettivo: la tua Mente.

Stiamo formando la classe. Il programma BASTA DIETA partirà l’8 Marzo 2018 e ti accompagnerà per 5 settimane con 7 lezioni gratuite che riceverai direttamente nella tua casella di posta elettronica preferita. La classe sarà formata da massimo 50 persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *