Dimagrire velocemente VS Dimagrire in modo sano

Sempre di più sono le email che ci chiedono come sia possibile dimagrire velocemente. 🙁

Se conosci il Programma DSM sai già che per noi perdita di peso veloce e scorciatoie sono l’anticamera per l’effetto yo-yo e quindi qualcosa per te di disastroso e poco salutare.

Occorre lavorare sui comportamenti, sulle abitudini che ti hanno portato al tuo livello attuale e riprogrammarle con abitudini sane e utili attraverso la tua mente al fine di raggiungere il tuo scopo che si avvicinerà moltissimo a quello che davvero desideri: il per sempre!

Proprio perché in tante, però, ce lo chiedete, voglio con questo articolo mettere un po’ di puntini sulle i, in modo da spiegare il motivo per cui il solo pensare di dimagrire velocemente sia irreale e, per farlo, partiremo proprio da questo periodo, l’estate, facendo un viaggio nel prossimo futuro che ci attende.

Dimagrire velocemente… è estate.

Siamo in vacanza o mancano pochi giorni a quando ci prenderemo qualche settimana di meritato riposo.

È importante staccare la spina, dedicarsi un po’ di dolce far niente per ritemprare mente e corpo.

Milioni di persone si riversano nelle località balneari, ai laghi, negli agriturismo..

Certo magari anche quest’anno la prova costume non ti riserva piacevoli sensazioni, le cose quest’anno non sono andate come speravi ma ormai quello che è fatto è fatto, non è piangendo sul latte versato che puoi cambiare lo stato delle cose.

Puoi cominciare da subito a riprendere in mano la situazione e nel precedente articolo puoi scoprire cosa puoi fare se sei al mare per iniziare a perdere qualche chiletto… ma non penserai mica di dimagrire velocemente?

Allora, è meglio se cominciamo a buttare un occhio al dopo vacanze, quando ritornerai alla quotidianità e avrai molte energie e molta motivazione per rimetterti in forma.

Settembre e i mesi freddi

Si sa, settembre dovrebbe scandire l’inizio del nuovo anno perché è dopo il periodo di riposo e di riorganizzazione delle idee che si è belli carichi, motivati, con entusiasmo da vendere per nuove sfide e nuovi progetti.

Gennaio ci vede già stanchi… la stagione non aiuta all’intraprendenza, con il freddo e le sue corte giornate…

Meglio sicuramente settembre, al rientro da un periodo di spensieratezza e riposo.

Così, come ti dicevo, iniziamo a buttare un occhio al dopo incominciando a comprendere quali sono i trabocchetti in cui potresti incappare al rientro.

Oggi ci occuperemo del primo trabocchetto in cui rischiamo di cadere quando, tornati dalle vacanze e pronti a ripartire (ed in qualche caso con ancora un chiletto aggiunto), decidiamo che è il momento giusto per ritornare in forma.

Le scorciatoie

Il primo trabocchetto sono le scorciatoie.

E chi non vorrebbe dimagrire velocemente?

Come in ogni campo della vita chi non vorrebbe imparare velocemente, abituarsi velocemente, cambiare velocemente?

Perché allora non pensare di poter perdere peso altrettanto velocemente?

Attenzione, non c’è niente di male nel voler ottimizzare tempo, strategie, abilità ma quando si tratta di dimagrimento spesso utilizzare una scorciatoia significa imboccare la strada sbagliata.

Dimagrire velocemente è solo business

dimagrire velocemente e maleLo sanno bene tutti i promotori di intrugli e pozioni miracolose che fioriscono in ogni dove, che nelle loro pubblicità promettono di dimagrire velocemente  con perdita di peso rapida, anzi rapidissima, in cambio di qualche decina di Euro.

Chi non si è lasciato incantare almeno una volta dalla promessa del tale integratore che brucia il 99,9% dei grassi ingeriti?

Chi fa i conti con la bilancia ogni mattina, è molto probabile che almeno una volta c’è cascato.

Queste pubblicità giocano sulle sensazioni: la giusta immagine, la sensazione che dietro quel prodotto c’è un team di persone in perfetta forma fisica (perché cerchiamo il principio di coerenza) e se ha funzionato per loro, funzionerà anche per noi.

Desideriamo talmente tanto dimagrire velocemente che finiamo per crederci.

Così è boom economico rispetto alle bevande e alle barrette energetiche, i bruciagrassi, gli inibitori dell’appetito e via di questo filone…

Ma avete mai letto cosa dice l’etichetta?

“Prodotto da utilizzare insieme ad una sana alimentazione ed adeguata attività”

Ma come?

Era la scorciatoia miracolosa e alla fin fine devo fare i conti sempre con le calorie ed il movimento?

Ahimè, ti do una cattiva notizia: non ci sono scorciatoie.

Per dimagrire c’è un solo modo: mangiare meno e consumare di più!

Niente può prescindere da questa equazione.

Se hai problemi di peso, sul mangiare meno probabilmente sei informatissima, conosci il conteggio calorico di ogni alimento a memoria, ne sai più tu sui picchi glicemici che un nutrizionista, sei esperta negli abbinamenti alimentari, insomma non hai più niente da imparare.

E allora come mai sei ancora in lotta con i chili di troppo?

Ho detto: mangiare meno e consumare di più!

E qui che sta la chiave.

Dimagrire velocemente VS Dimagrire in modo sano

dimagrire velocementeSe mangi poco ma hai una vita sedentaria, quel poco che mangi potrebbe non essere sufficiente per mettere in moto il processo di dimagrimento, poiché le calorie introdotte sono equivalenti a quelle consumate per portare avanti le attività della tua giornata.

Per dimagrire devi introdurre meno di quanto ti serve. È tutto qui.

Poi ti può aiutare tutto il resto: una dieta equilibrata, un approccio mentale diverso, l’ipnosi e tutto quello che vuoi, ma se non vai in negativo rispetto alle calorie introdotte, di dimagrire non se ne parla.

Qui sotto trovi una tabella che ti permetterà di calcolare grossomodo il tuo fabbisogno calorico giornaliero.

CALCOLO DEL METABOLISMO BASALE

ETÀDONNAUOMO
18 – 2914,7 X P + 49615,3 X P + 679
30 – 598,7 X P + 82911,6 X P + 879
60 – 749,2 X P + 68811,9 X P + 700
> 749,8 X P + 6248,4 X P + 819

P = Peso espresso in Kg

Al risultato ottenuto aggiungi:

  • il 20% se l’attività che svolgi è sedentaria (impiegata, studente ecc.);
  • il 40% se è attiva (casalinga, commessa, parrucchiera ecc.);
  • l’80% se è pesante (magazziniera, lavori dove si sollevano molti pesi, ecc.);

inoltre incrementa di un  10% il tuo MB per il TID (Termogenesi indotta dalla dieta, dicasi digestione).

Otterrai le calorie che ti occorrono durante il giorno, a cui eventualmente aggiungerai quelle bruciato per l’attività fisica.

Facciamo un esempio

Paola ha 44 anni, peso 65 kg., lavora in ufficio e non ha tempo per fare attività. Questo è il numero di calorie di cui ha bisogno:

8,7 x 65 (kg) + 829 + 279 (20% attività) + 57 (10% TID) = 1731 CALORIE

Visto quanto è basso questo numero?

Cosa ci vuole ad introdurre 1731 calorie?

Un regime alimentare che ti faccia dimagrire in salute ne prevede almeno 1400.

Per vivere la tua giornata andresti ad attingere alle tue riserve adipose per 330 calorie circa, che ovviamente verranno attinte nella totalità del tuo fisico, ecco perché quando perdiamo peso lo perdiamo in modo uniforme da tutto il corpo.

E sai quante calorie occorre bruciare per perdere un chilo? 7000!

Ciò significa che per perdere un chilo non bastano due settimane.

Ma non disperare.

Puoi far salire quel numero corrispondente al tuo fabbisogno giornaliero molto facilmente: aumentando l’attività fisica!

Cosa ti ho scritto prima?

Mangiare meno e consumare di più!

Questa seconda parte è quella meno preferita, è più scomoda, più faticosa.

Ma imprescindibile: fare attività fisica e esercizio fisico.

Conosci la differenza?

Quando parliamo di fare movimento utilizziamo indistintamente i due termini mentre nello specifico vanno tra loro distinti.

Attività fisica

Quanto facciamo attività fisica ci riferiamo tutti quei movimenti del corpo che possiamo fare per aumentare la spesa energetica in condizione di riposo, l’esercizio fisico invece prevede attività ripetute, programmate e strutturate con la finalità di migliorare e sviluppare l’apparato umano.

Attività fisica è camminare, salire le scale a piedi, andare in bicicletta, portare a spasso il cane, fare le faccende domestiche, occuparsi del proprio lavoro.

È il modo ottimale per chi è inattivo da molto tempo per iniziare a muovere il corpo, per prendere confidenza con il movimento, per abituare i muscoli a lavorare di più.

Non stressa giunture, non toglie il fiato, si può eseguire facilmente e quindi fa venire la voglia di ripetere.

Negli adulti sono consigliati almeno 150 minuti alla settimana di attività moderata.

Esercizio fisico

Nuotare, correre, fare pesi, allenarsi per uno sport, è esercizio fisico.

I suoi benefici sono innumerevoli sulla salute perché l’inattività fisica determina un peggioramento dello stato di salute generale.

Sono consigliate due o tre sedute settimanali strutturate, possibilmente seguiti da personale esperto.

Serviranno per rafforzare nel tempo i benefici dell’attività fisica, che a lungo andare non sarà sufficiente per mantenere i benefici iniziali dovuti alla totale inattività.

dsm audio coaching dimagrire

Scopri ora il nuovo

Programma di Dimagrire SerenaMente

10 Audiocoaching in formato MP3 che ti saranno inviate settimanalmente nella tua casella di posta elettronica preferita: ti seguirò personalmente, sarà come se tu fossi in coaching con me e lavoreremo insieme per il raggiungimento del tuo obiettivo.

IN PROMOZIONE!

OFFERTA a TE riservata…

Solo 127 Euro invece di 197 Euro!

Al prossimo articolo,

Franca!

Share and Enjoy !

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.