Dimagrire senza dieta, Positive Nutrition è cambiare stile di vita.

Arriva la Positive Nutrition  e si riafferma il concetto di dimagrire senza dieta.

Positive Nutrition ovvero il dimagrire senza dieta…

È da tanto che su DSM lo diciamo ed era ora che di questo argomento se ne iniziasse a parlare “seriamente” anche da parte dei professionisti del settore.

Dimagrire senza dieta, o per lo meno senza una dieta come erroneamente viene a volte utilizzato questo termine, è possibile e fa anche bene alla triplice corpo-mente-spirito, basta seguire delle regole che confluiranno in uno stile di vita diverso e migliore!

Perdere il grasso in eccesso:

  • favorisce la longevità;
  • spegne l’infiammazione che genera invecchiamento;
  • previene l’insorgenza dei mali del nostro secolo (diabete, obesità, patologie neurodegenerative, patologie cardiovascolari).

Molte di queste cose erano risapute da tantissimo tempo ma oggi sono più che mai confermate.

Anche l’Italia sta facendo la sua parte nella divulgazione di queste notizie tant’è che a Milano il 5 Maggio si è svolto il Congresso internazionale Science in Nutrition organizzato dalla Fondazione Paolo Sorbini.

Tra i partecipanti il biochimico americano  Barry Sears, si proprio lui, il papà della “Dieta a Zona” che recentemente ha pubblicato un libro, già best-seller mondiale, “Positive Nutrition: i pilastri della longevità” (Edito da Sperling & Kupfer) scritto insieme a Benvenuto Cestaro e Giovanni Scapagnini.

È proprio questo il nome che gira sulla bocca di tutti: Positive Nutrition (associato al concetto di dimagrire senza dieta cambiando vita)!

positive nutrition

Già The China Study, altro best-seller mondiale, di Thomas M. Campbell II e T. Colin Campbell, confermò a suo tempo come determinate proteine contenute nelle carni rosse, nel latte e nei suoi derivati, facessero malissimo se assunte con quantità esagerate portando a malattie croniche.

Lo studio  “PREDIMED”, in corso in Spagna, sta dimostrando sempre più che olio extravergine di olive e noci danno una marcia in più alla classica dieta Mediterranea, nella quale, ricordiamolo, abbondano frutta e verdura e viene preferito il pesce alla carne con l’aggiunta una tantum di formaggi, meglio se fermentati, e uova.

Sembra che, secondo il PREDIMED infatti, l’olio d’oliva favorisca le funzioni associative mentre le noci sono un toccasana per la memoria.

La dieta mima digiuno, messa a punto dal Dott. Longo, ha dimostrato come sia possibile abbassare le infiammazioni riattivando il potere delle cellule nel nostro corpo attraverso il cibo.

Ma perché questi studi sono importanti?

E cosa c’entra con il dimagrire senza dieta e l’adottare uno stile di vita diverso?

positive nutrition

Partendo dal presupposto che non viviamo su Marte e che non siamo più nel Medioevo, oggi sappiamo che ci sono popolazioni nel mondo che vivono più  a lungo di altre e più in salute (sì si ammalano di meno).

Ne sono esempi gli abitanti del Giappone ed in particolar modo dell’isola di Okinawa, come anche i nostri conterranei della Barbagia e dell’Ogliastra in Sardegna. Non mancano nell’elenco, purtroppo ristretto,  anche altre Nazioni a noi vicine come ad esempio la Grecia e la sua isola di Ikaria.

Tutto nasce da qui…

Dallo studio di queste popolazioni e dal voler comprendere come determinate malattie per loro sono una rarità.

Se da un lato, quindi, non siamo su un altro pianeta ed abbiamo distanze talmente accorciate da permetterci di acquisire queste informazioni, dall’altro oggi sappiamo che il classico “morire di vecchiaia” dei secoli scorsi in realtà può essere tradotto con “morire di malattia”, ed abbiamo fatto passi da gigante in questo senso!

A conti fatti la Positive Nutrition tende a fondere tutto quello che di buono si è scoperto in questi lunghi anni.

È stato accertato, ed è ormai noto, ad esempio che:

  • gli acidi grassi idrogenati (prodotti da forno, da pasticceria, da fast food, margarina eccetera);
  • gli acidi grassi saturi (carni rosse, latte, burro e formaggi);
  • gli acidi grassi omega-6 (da cui deriva l’acido arachidonico);

producono delle infiammazioni nel nostro corpo che a loro volta lo logorano portando all’insorgenza di malattie e, la scienza, ci ha anche detto con che cosa sostituirli e in che quantità.

Tutta l’informazione del mondo è in nostro possesso ed occorreva una sintesi.

Cos’è la  Positive Nutrition?

Ecco, quindi, la base su cui si fonda la Positive Nutrition: rivelare come sia possibile vivere una vita lunga, ma quanto più in forma e sani sia possibile nel tempo.

Circola in rete da diversi giorni la risposta di Giovanni Scapagnini alla domanda cos’è la  Positive Nutrition, e non potevamo non riproporla…

“La «Positive Nutrition» è un concetto trasferito alla biologia e alla nutrizione dalla psicologia, dove il «pensare positivo» è un approccio culturale applicato da tempo.

Ci si è resi conto che, anche in biologia, guardare al versante positivo di una condizione fornisce  informazioni più utili rispetto alla focalizzazione sugli aspetti negativi.

Mi spiego meglio: indagare le abitudini e la storia personale di un soggetto (o di una popolazione ristretta) che si mantiene in salute fa emergere spesso aspetti positivi inediti e, quel che più conta, facilmente trasferibili alla popolazione generale.”

Ma ti ricorda qualcosa?

Positive nutrition e DSM

Su DSM è da tempo che lo diciamo: si possono prendere a modello le persone naturalmente magre e, “copiandole”, ottenere il loro stesso risultato (tecnica del modelling o ricalco in PNL).

Ma questo basta per dimagrire senza dieta con un “fai-da-te”?

Crediamo proprio di no!

Fino a quando non saranno apportati cambiamenti radicali nella vita di qualsiasi individuo, demolendo dalle fondamenta ciò che lo ha portato ad essere in questo specifico stato nel presente, nessun tipo di metodo potrà funzionare.

Si devono disinstallare i programmi che stanno ledendo il tuo presente e sostituirli con programmi funzionali… Sì come se tu fossi un PC o un dispositivo elettronico,  lo stesso dal quale stai leggendo questo articolo ora: lasceresti questi dispositivi con dei virus interni?

Certo le basi ci sono e gli studi anche.

Come spesso dico, come è stato detto nel webinar di qualche settimana fa, le persone che hanno un determinato problema sono quelle più informate del mondo su quel problema.

Così tu già probabilmente sapevi che si può realmente dimagrire senza dieta, o meglio dimagrire senza una dieta specifica, cambiando il tuo stile di vita.

Già sapevi come ha ribadito la Positive Nutrition che:

  • ci sono cibi buoni e cibi meno buoni e, per vivere più a lungo e in modo sano, dovremmo mangiare ad esempio più frutta e meno fritto;
  • ci sono cibi che sono dei veri e propri “farmaci” per il nostro corpo come il pesce, le alghe, le verdure e le spezie poiché ricchi di Omega-3 e polifenoli;
  • che devi fare assolutamente del movimento fisico costante ma non solo! Anche lo yoga fa bene perché abbassa il cortisolo e favorisce l’ossigenazione delle cellule.

Tutto questo contribuirà nel tempo  ad un naturale cambio nello stile di vita, fatto di scelte più meditate e sostenibili in ogni campo

Proprio ciò che su DSM da tempo ti diciamo con un’unica differenza: noi ti offriamo il metodo pratico per farlo non solo aspetti teorici.

Del resto sei proprio tu la dimostrazione di questo: hai tutte le informazioni ma non le metti in pratica…

Perché?

Perché ti manca il “Come” pur sapendo tutto quello che c’è da sapere!

Passa all’azione adesso!

Con le 10 Audiocoaching è facile riuscire nel tuo obiettivo, qualunque esso sia.

Share and Enjoy !

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.